1
OGGI: 22/11/2017 06:14:01 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRI TV FIERACITTA'
1
1
         
twitter
1
 
SPETTACOLO
Italia fuori dal Mondiale, l'ira dei Napoletani: "Una vergogna lasciar fuori Insigne"


14/11/2017 - Sette giocatori in area, dal primo all’ultimo minuto del secondo spareggio mondiale: è bastato questo (oltre alla vittoria a Solna) per consentire alla Svezia di staccare l’ultimo biglietto per i Mondiali 2018. L’Italia no. L’Italia resta a casa dopo sessant’anni e il suo ormai ex ct Ventura - confermatosi inadeguato per questo ruolo anche negli ultimi 90’ del suo mandato - potrà trascorrere una tranquilla estate sulle spiagge della Puglia.

Si sono ascoltate e si ascolteranno lamentele sull’arbitro Lahoz, a cui sono effettivamente e incredibilmente sfuggiti alcuni falli da rigore nelle due aree a Milano. Ma non è questo che ci ha tagliato fuori dal Mondiale e fatto toccare il punto più basso. L’allenatore, prigioniero dei suoi limiti e della sua confusione, ha sbagliato l’impostazione della partita e ha lasciato in panchina Insigne. Neanche il quarto d’ora, come nel primo match, per il migliore del campionato: è stata una vergogna per il calcio italiano che l’attaccante del Napoli sia stato spettatore non pagante a Milano.

Una muraglia davanti al portiere Olsen, l’atteggiamento della Svezia dopo il successo di venerdì era prevedibile. La Nazionale è stata decisa ma non aggressiva né puntuale al tiro, sprecando il lavoro in fase di impostazione di Jorginho. Il regista del Napoli, alla prima da titolare, si è trovato inizialmente a disagio perché la squadra è abituata a giocare con il lancio lungo di Bonucci, poi però la sua personalità e la sua qualità sono emerse ed è diventato la fonte del gioco nella partita più complicata non del modesto ciclo di Ventura ma dalla storia calcistica azzurra.

L’italo-brasiliano una delle tre novità presentate nella sfida della disperazione: Florenzi, schierato da interno sinistro (fuori ruolo: altro errore di Giampiero), e Gabbiadini, in appoggio ad Immobile, le altre. Nel primo tempo le punte hanno faticato ad arrivare al tiro e in effetti i momenti più interessanti sono stati quelli nel finale, quando Immobile (decisiva la deviazione di Olsen che ha rallentato il tiro verso la porta vuota), Bonucci e Florenzi hanno avuto tre palle gol in cinque minuti (ma soltanto due i tiri nello specchio della porta nel primo tempo).

Prima c’era stata una manovra ricca di fatica ma non efficace con gli appoggi di Candreva e Darmian che erano puntualmente respinti da Lindelof e Granqvist. Anche al Meazza, davanti a settantamila italiani, gli svedesi hanno tentato di fare i duri, però la loro arroganza si è spenta. Il clima era elettrico, ne facevano le spese Chiellini e Barzagli subito ammoniti da Lahoz, distratto nel primo tempo perché vi sono stati tre episodi da rigore - due nell’area azzurra (tocchi irregolari di Darmian e Barzagli) e uno in quella avversaria (Augustinsson ha colpito la gamba di Parolo e non il pallone dopo 8’) - ignorati, così come a inizio della ripresa l’evidente ginocchiata di Lustig su Darmian non è stata punita. La Svezia ha protestato con vigore quando le è stato negato un rigore provando a invelenire ulteriormente il clima.

La confusione del vecchio Giampiero, fischiato prima della partita a San Siro e ovviamente anche dopo (tutta la rabbia si è scaricata su di lui), è stata confermata a inizio ripresa, quando ha dovuto studiare le mosse per rendere la manovra più efficace. E la sua lucidità calava con il passare dei minuti perché la Russia si allontanava sempre più. Ha lasciato ancora fuori Insigne (la Federazione avrebbe il dovere di chiedergli la ragione di questa grave decisione) lanciando contemporaneamente Belotti ed El Shaarawy a 27’ dalla fine. Le mosse della disperazione, con il Gallo che prendeva il posto di Gabbiadini - non ha funzionato da seconda punta, si è rivisto l’attaccante che non incideva mai nel Napoli: errata la scelta di partenza del ct - ed El Shaarawy che si piazzava sulla corsia sinistra. C’era il tempo per gli ultimi sussulti, come il tiro di Immobile e la deviazione di Lustig che aveva fatto tremare la traversa della sua porta.

Inesorabilmente l’Italia usciva dalla scena perché non c’erano il gioco e il coraggio che avrebbero dovuto supportare gli azzurri nella partita cruciale per il loro destino. Ventura non poteva dare identità a una squadra in due giorni dopo non esservi riuscito nei precedenti quindici mesi. È bastata la nazionale numero 25 nel ranking Fifa per riportarci indietro di sessant’anni, al Mondiale del ‘58, l’ultimo a cui non partecipò l’Italia.

Non poteva esserci un epilogo differente dopo quello che si era visto - anzi, sopportato - durante la gestione di un allenatore arrivato per caso sulla panchina della Nazionale, dopo aver giocato appena 14 partite di coppe europee da allenatore del Torino. Ma che esperienza avrebbe mai potuto avere? Gravi le sue responsabilità, gravi quelle di chi lo aveva scelto per un progetto partito male e finito peggio. Si volta pagina con inevitabile dolore, simboleggiato dalle lacrime di Buffon a fine gara. Ma servirà questa pesantissima lezione? (Il Mattino)

--NOTIZIE CORRELATE

21/11/2017 - FABRIZIO FRIZZI, ECCO LE FOTO DELLA PRIMA USCITA DOPO L'ISCHEMIA

21/11/2017 - IL NAPOLI DI SARRI VOLA IN CHAMPIONS SENZA PIÙ LIMITI: 3-0 ALLO SHAKTHAR CON I GOL DI INSIGNE, MERTENS E ZIELINSKI. QUALIFICAZIONE APERTA

20/11/2017 - LIBRI: LA MAGICA DORINA APPASSIONA I BIMBI DI CAPRI. LE AVVENTUROSE STORIE DI QUESTO SIMPATICO PERSONAGGIO SCRITTE DA COSTANZA CERROTTA

16/11/2017 - PARTENZA CON IL BOTTO PER IL NUOVO VIDEOCLIP DI MONICA SARNELLI CON IL SINGOLO "VICINO A TE". GRANDE SUCCESSO IN RADIO E TV PER LA TRACCIA FIRMATA DA ANNONA E FASANO

16/11/2017 - LA GABANELLI ANNUNCIA DI NON VOLER PIÙ FARE TV MA DI IMPEGNARSI SU ALTRI MEDIA INNOVATIVI

16/11/2017 - EDENLANDIA: FINALMENTE ARRIVA LA DATA DELLA RIAPERTURA, IL PARCO SARÀ PRONTO A CARNEVALE, MANCANO SOLO GLI ULTIMI PERMESSI DELLA SOVRINTENDENZA. INTANTO ARRIVA IL CHRISTMAS FESTIVAL PARK

15/11/2017 - MORTO A 84 ANNI IL PREMIO OSCAR BACALOV, FIRMÒ LA COLONNA SONORA DEL FILM "IL POSTINO" PER MASSIMO TROISI. ERA STATO RICOVERATO A ROMA 10 GIORNI FA PER UNA ISCHEMIA

15/11/2017 - DOMANI IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO EMETTERÀ UN FRANCOBOLLO COMMEMORATIVO DI ANTONIO DE CURTIS, IN ARTE TOTÒ, NEL CINQUANTENARIO DELLA SCOMPARSA

15/11/2017 - POCHI FONDI DEL COMUNE E ARTISTI IN FUGA: PER LA FESTA DI CAPODANNO A NAPOLI È CORSA CONTRO IL TEMPO, "NESSUN ARTISTA ANCORA CONTATTATO"

14/11/2017 - GIANCARLO MAGALLI: "LA CAMPANIA HA IL PRIMATO ITALIANO DI CIVILTÀ"

14/11/2017 - STOP AL TOUR IN EUROPA PER LA CANTANTE SHAKIRA PER PROBLEMI DI SALUTE, SALTA ANCHE LA DATA ITALIANA DEL CONCERTO IN PROGRAMMA IL 3 DICEMBRE

14/11/2017 - LA VALLE DEL NATALE TORNA A TORRE DEL GRECO: DAL 18 NOVEMBRE AL 24 DICEMBRE 2017 PRESSO LA VALLE DELL'ORSO

14/11/2017 - LA DISFATTA DELL'ITALIA: GLI AZZURRI PAREGGIANO CON LA SVEZIA (0-0) E NON SI QUALIFICANO PER I MONDIALI

13/11/2017 - MORGAN CHOC: "IL MIO RAPPORTO CON NAPOLI? UNA CITTÀ MAGNIFICA, TRA I MIEI FOLLI SOGNI MI PIACEREBBE ESSERCI SE IL VESUVIO DECIDESSE DI SVEGLIARSI"

10/11/2017 - ADDIO A RAY LOVELOCK, MITO DEL CINEMA POLIZIOTTESCO ANNI 70. LʼATTORE E CANTANTE ROMANO AVEVA 67 ANNI. TRA I SUOI FILM PIÙ CELEBRI "CASSANDRA CROSSING" E "MILANO ODIA: LA POLIZIA NON PUÒ SPARARE"

 
<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1

21/11/2017 - Anticolesterolo ritirato dalle farmacie, il medicinale è indicato per ridurre i livelli elevati di colesterolo

21/11/2017 - Fabrizio Frizzi, ecco le foto della prima uscita dopo l'ischemia

21/11/2017 - Roma, le diagnosticano stress, 14enne stroncata da aneurisma. La Procura ha aperto un fascicolo di indagine contro ignoti e procede per omicidio colposo

21/11/2017 - Morto 17enne ricoverato all'ospedale di Imola per meningite batterica

21/11/2017 - Incendio nella biblioteca comunale di Genova, scritta "Allah Akbar" all'ingresso e Corano in evidenza. Indaga la Digos, non è esclusa una bravata

21/11/2017 - Sequestrato dai carabinieri nel catanzarese un quintale di materiale pirotecnico, era trasportato in auto da uomo senza permessi, una denuncia

21/11/2017 - Trovato in possesso di 10 grammi di cocaina, arrestato. 26enne bloccato dai carabinieri a Rossano dopo un inseguimento in auto

21/11/2017 - Peschereccio italiano affondato nel porto di Bengasi dopo il sequestro avvenuto nel 2012 da miliziani armati

21/11/2017 - Spari dopo un sorpasso azzardato, un arresto. La lite nel torinese, sequestrati fucili ad aria compressa

21/11/2017 - Tassa sui rifiuti, ecco come calcolarla

21/11/2017 - L'Istat rialza le stime del Pil, nel 2017 si prevede un aumento dell'1,5%, nel 2018 dell'1,4%

21/11/2017 - Donna accoltellata a Budrio, torna il terrore Igor

21/11/2017 - Puglia, sigilli a beni ad un trafficante di droga, si tratta di un 63enne chiamato "mammasantissima"

21/11/2017 - Incendio in un appartamento a Piombino, trovato il corpo di un uomo carbonizzato, un'altra persona è rimasta intossicata

21/11/2017 - Sciopero dei taxi fino alle 22, disagi nelle grandi città

1
 

APPROFONDIMENTO

09/11/2017
- VESUVIO-TERREMOTO-FRANE: IL NUOVO PIANO





TWITTER

 
<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE
1
1
   

 
 
 
 

Pubblicita'


 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633