1
OGGI: 20/02/2018 14:05:22 CAPRI TELEVISION TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRI TV FIERACITTA'
1
1
         
twitter
1
 
SPETTACOLO
Italia fuori dal Mondiale, l'ira dei Napoletani: "Una vergogna lasciar fuori Insigne"


14/11/2017 - Sette giocatori in area, dal primo all’ultimo minuto del secondo spareggio mondiale: è bastato questo (oltre alla vittoria a Solna) per consentire alla Svezia di staccare l’ultimo biglietto per i Mondiali 2018. L’Italia no. L’Italia resta a casa dopo sessant’anni e il suo ormai ex ct Ventura - confermatosi inadeguato per questo ruolo anche negli ultimi 90’ del suo mandato - potrà trascorrere una tranquilla estate sulle spiagge della Puglia.

Si sono ascoltate e si ascolteranno lamentele sull’arbitro Lahoz, a cui sono effettivamente e incredibilmente sfuggiti alcuni falli da rigore nelle due aree a Milano. Ma non è questo che ci ha tagliato fuori dal Mondiale e fatto toccare il punto più basso. L’allenatore, prigioniero dei suoi limiti e della sua confusione, ha sbagliato l’impostazione della partita e ha lasciato in panchina Insigne. Neanche il quarto d’ora, come nel primo match, per il migliore del campionato: è stata una vergogna per il calcio italiano che l’attaccante del Napoli sia stato spettatore non pagante a Milano.

Una muraglia davanti al portiere Olsen, l’atteggiamento della Svezia dopo il successo di venerdì era prevedibile. La Nazionale è stata decisa ma non aggressiva né puntuale al tiro, sprecando il lavoro in fase di impostazione di Jorginho. Il regista del Napoli, alla prima da titolare, si è trovato inizialmente a disagio perché la squadra è abituata a giocare con il lancio lungo di Bonucci, poi però la sua personalità e la sua qualità sono emerse ed è diventato la fonte del gioco nella partita più complicata non del modesto ciclo di Ventura ma dalla storia calcistica azzurra.

L’italo-brasiliano una delle tre novità presentate nella sfida della disperazione: Florenzi, schierato da interno sinistro (fuori ruolo: altro errore di Giampiero), e Gabbiadini, in appoggio ad Immobile, le altre. Nel primo tempo le punte hanno faticato ad arrivare al tiro e in effetti i momenti più interessanti sono stati quelli nel finale, quando Immobile (decisiva la deviazione di Olsen che ha rallentato il tiro verso la porta vuota), Bonucci e Florenzi hanno avuto tre palle gol in cinque minuti (ma soltanto due i tiri nello specchio della porta nel primo tempo).

Prima c’era stata una manovra ricca di fatica ma non efficace con gli appoggi di Candreva e Darmian che erano puntualmente respinti da Lindelof e Granqvist. Anche al Meazza, davanti a settantamila italiani, gli svedesi hanno tentato di fare i duri, però la loro arroganza si è spenta. Il clima era elettrico, ne facevano le spese Chiellini e Barzagli subito ammoniti da Lahoz, distratto nel primo tempo perché vi sono stati tre episodi da rigore - due nell’area azzurra (tocchi irregolari di Darmian e Barzagli) e uno in quella avversaria (Augustinsson ha colpito la gamba di Parolo e non il pallone dopo 8’) - ignorati, così come a inizio della ripresa l’evidente ginocchiata di Lustig su Darmian non è stata punita. La Svezia ha protestato con vigore quando le è stato negato un rigore provando a invelenire ulteriormente il clima.

La confusione del vecchio Giampiero, fischiato prima della partita a San Siro e ovviamente anche dopo (tutta la rabbia si è scaricata su di lui), è stata confermata a inizio ripresa, quando ha dovuto studiare le mosse per rendere la manovra più efficace. E la sua lucidità calava con il passare dei minuti perché la Russia si allontanava sempre più. Ha lasciato ancora fuori Insigne (la Federazione avrebbe il dovere di chiedergli la ragione di questa grave decisione) lanciando contemporaneamente Belotti ed El Shaarawy a 27’ dalla fine. Le mosse della disperazione, con il Gallo che prendeva il posto di Gabbiadini - non ha funzionato da seconda punta, si è rivisto l’attaccante che non incideva mai nel Napoli: errata la scelta di partenza del ct - ed El Shaarawy che si piazzava sulla corsia sinistra. C’era il tempo per gli ultimi sussulti, come il tiro di Immobile e la deviazione di Lustig che aveva fatto tremare la traversa della sua porta.

Inesorabilmente l’Italia usciva dalla scena perché non c’erano il gioco e il coraggio che avrebbero dovuto supportare gli azzurri nella partita cruciale per il loro destino. Ventura non poteva dare identità a una squadra in due giorni dopo non esservi riuscito nei precedenti quindici mesi. È bastata la nazionale numero 25 nel ranking Fifa per riportarci indietro di sessant’anni, al Mondiale del ‘58, l’ultimo a cui non partecipò l’Italia.

Non poteva esserci un epilogo differente dopo quello che si era visto - anzi, sopportato - durante la gestione di un allenatore arrivato per caso sulla panchina della Nazionale, dopo aver giocato appena 14 partite di coppe europee da allenatore del Torino. Ma che esperienza avrebbe mai potuto avere? Gravi le sue responsabilità, gravi quelle di chi lo aveva scelto per un progetto partito male e finito peggio. Si volta pagina con inevitabile dolore, simboleggiato dalle lacrime di Buffon a fine gara. Ma servirà questa pesantissima lezione? (Il Mattino)

--NOTIZIE CORRELATE

19/02/2018 - MASSIMO TROISI, IL RICORDO DELLA SUA CITTA' A 65 ANNI DALLA NASCITA

19/02/2018 - “DIAMO UN NOME AL CUCCIOLO DI SIAMANGO”: IL SONDAGGIO SU FACEBOOK DELLO ZOO DI NAPOLI

19/02/2018 - "TUTTO IL NAPOLI MINUTO PER MINUTO" IN DIRETTA SU TCS-TELECAPRISPORT OGNI LUNEDÌ-MERCOLEDÌ-VENERDÌ ALLE ORE 20:00 (REPLICA ALLE ORE 23:00), CONDUCE PAOLO DEL GENIO

16/02/2018 - CINEMA: JENNIFER ANISTON E JUSTIN THEROUX SI SEPARANO

16/02/2018 - PYEONGCHANG, SECONDO ORO PER ITALIA: LA MOIOLI VINCE NELLO SNOWBOARDCROSS

15/02/2018 - CALCIO: IL NAPOLI PERDE NETTAMENTE AL SAN PAOLO PER 3 GOL A 1 CONTRO IL LIPSIA E VA QUASI FUORI DALL'EUROPA. SONO MANCATE LA PRECISIONE E LE GEOMETRIE

15/02/2018 - "ITALIA...IN CANTO": A NAPOLI SI PREMIA LA MIGLIORE UGOLA OVER '50. NELLA GIURIA ANCHE PEPPINO DI CAPRI

15/02/2018 - RADIO: RADIOMONTECARLO POTENZIA L’AREA DIGITAL, NUOVO SITO CON ACCESSO A BRAND BOUQUET IP CHE GIÀ GARANTISCE 3 MLN DI ACCESSI MENSILI E SU CUI L’EMITTENTE PUNTA IN MODO PARTICOLARE

14/02/2018 - DAVID DI DONATELLO, NAPOLI PROTAGONISTA CON "AMMORE E MALAVITA" CHE HA OTTENUTO BEN 15 NOMINATION. BOOM ANCHE PER OZPETEK CON 11 NOMINATION PER "NAPOLI VELATA"

14/02/2018 - TV: LUNEDI, MERCOLEDÌ E VENERDI IN DIRETTA ALLE ORE 20:00 (CON REPLICA ALLE 23:00) SU TCS-TELECAPRISPORT (CANALE 87) "TUTTO IL NAPOLI MINUTO PER MINUTO", CON PAOLO DEL GENIO

13/02/2018 - L'ECCELLENZA DELLA PIZZA NAPOLETANA, I FRATELLI SALVO DA SAN GIORGIO A CREMANO ALLA RIVIERA DI CHIAIA

13/02/2018 - SANREMO 2018: LA RAI INCASSA NETTI 6,5 MILIONI DI EURO. ECCO TUTTI I NUMERI, COSTI E RICAVI, SPESE, COMPENSI E COSTI DELLA PUBBLICITÀ

13/02/2018 - TV: QUESTA SERA ALLE ORE 20:00 (CON REPLICA ALLE 23:00) IN DIRETTA SU TCS-TELECAPRISPORT (CANALE 87) "TUTTO IL NAPOLI MINUTO PER MINUTO", CON PAOLO DEL GENIO

13/02/2018 - ULTIMO ATTO DI UN GRANDE SANREMO 2018: CLAUDIO BAGLIONI DONA 700.000 EURO AI TERREMOTATI DI NORCIA

12/02/2018 - STING IN CONCERTO A NAPOLI ALL'ARENA FLEGREA IL PROSSIMO 30 LUGLIO

12/02/2018 - GUILLERMO DEL TORO SARA' IL PRESIDENTE DELLA GIURIA ALLA 75ESIMA BIENNALE DI VENEZIA

 
<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1

20/02/2018 - Sclerosi multipla, nuove speranze dalla scoperta di cellule riparatrici

20/02/2018 - Roma, rinviato a giudizio il clochard accusato dell'omicidio di uno studente universitario statunitense caduto nel Tevere

20/02/2018 - Terrorismo, è allarme dei Servizi Segreti: "In Italia minaccia concreta ed attuale"

20/02/2018 - Varese, disabile vuole andare in gita scolastica: gli insegnanti dicono "no"

20/02/2018 - Caporalato: fermato dalla polizia un imprenditore a Ragusa, aveva appeso ad una trave e pestato un lavoratore reo di aver rubato una bombola del gas per riscaldarsi

20/02/2018 - Aggrediscono un anziano e gli tolgono il bastone, poi postano il video sui social, identificati 5 minorenni

20/02/2018 - Imperia, incendio in un appartamento, evacuata una palazzina

20/02/2018 - Bomba a Nuoro contro un'agenzia di noleggio auto, nessun danno alla struttura della palazzina, illesi i residenti

20/02/2018 - Droga: corriere 24enne arrestato dopo un inseguimento con i carabinieri, in auto aveva una bimba figlia di un parente

20/02/2018 - Stupro' una cittadina inglese, arrestato a Palermo un 46enne per violenza sessuale

20/02/2018 - Con la motosega distrugge i mobili di casa della ex moglie, arrestato a Pomezia

20/02/2018 - Un indagato per un tentato omicidio a Milano, accoltellamento avvenuto dopo una lite in strada a Milano

20/02/2018 - Brindisi, 11 arresti della Guardia di finanza nei confronti di un gruppo criminale dedito a estorsioni, furti e rapine

20/02/2018 - 210 falsi braccianti denunciati dalla Fiamme gialle nel Cosentino, società truffa ben 350mila euro all'Inps

20/02/2018 - Furti e riciclaggio di automezzi, banda sgominata dai carabinieri a Milano

1
 

APPROFONDIMENTO

20/12/2017
- "STESE": CRUDA FINZIONE O VIVA REALTÀ?





TWITTER


 
<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE
1
1
   

Pubblicità elettorale

Visita la pagina Facebook

 
 
 

Pubblicita'


 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633