1
OGGI: 23/10/2018 10:10:51 RETECAPRI TELECAPRI TELECAPRISPORT CAPRINEWS FIERACITTA'
1

CANALE 74
DEL DIGITALE TERRESTRE
Capriwatch, Vacanze a Capri
youtube
Facebook
twitter
RSS
1
 
CRONACA
Il pm chiede dieci anni per i vertici della società Autostrade al processo sulla strage del bus ad Avellino, accusati di sciatteria e negligenza



10/10/2018 - L'amministratore delegato di Autostrade per l'Italia e gli altri 11 dirigenti della societa' rischiano una condanna a 10 anni di reclusione per i reati omissivi in ordine al mancato controllo e alla mancata manutenzione sulle barriere e per il concorso in omicidio colposo plurimo e isastro colposo. E' questa la pena richiesta al termine di una lunga requisitoria dal pm Rosario Cantelmo nel processo per la strage del 28 luglio 2013, quando 40 persone morirono a bordo del bus precipitato dal viadotto autostradale Acqualonga dell'A16 Napoli-Canosa. Cantelmo ha sollecitato una sentenza "giusta" per una serie di comportamenti che per i dirigenti Michele Renzi, Nicola Spadavecchia, Paolo Berti, Michele Maietta, Antonio Sorrentino, Giovanni Castellucci, Riccardo Mollo, Giulio Massimo Fornaci, Marco Perna, Gianluca De Franceschi, Gianni Marrone, Bruno Gerardi. "Sciatteria", "negligenza", "omissione" sono le parole che ricorrono piu' frequentemente nella requisitoria del pm, cominciata con una lunga premessa che ha ricostruito i momenti di grande tensione emotiva della notte del 28 luglio 2013. Una descrizione cruda dei corpi dilaniati, del dolore dei parenti, delle sofferenze dei sopravvissuti e degli anni che ne sono seguiti.

Nella requisitoria al processo per la strage del 28 luglio 2013, quando 40 persone morirono a bordo del bus precipitato dal viadotto autostradale Acqualonga dell'A16 Napoli-Canosa, il pm Rosario Cantelmo ha ricordato vicende umane che hanno suscitato grande emozione, prima di concludere con la richiesta di 10 anni per i vertici di Autostrade, accusati di "sciatteria" e "negligenza". Il magistrato si e' soffermato in particolare su due storia. Quella di Clorinda Iaccarino, che porta ancora i segni fisici di quella notte in cui perse il marito e le figlie in quell'incidente. "Ho perso tutto, non ho piu' nulla", ha ripetuto tre volte il pm citando le parole della donna. E poi la storia di Annalisa Caiazzo, che ha davanti a se', ogni giorno la testimonianza viva di quel che accadde,con una figlia di appena 5 anni all'epoca operata piu' volte, "aperta come una scatoletta di tonno" dice Cantelmo, per la quale la madre ogni giorno si chiede "cosa sara' di lei quando io non ci saro' piu'". Alcuni parenti in aula si commuovono, una dei superstiti perde anche i sensi per l'emozione. "Hanno sempre seguito tutte le udienze - ricorda Cantelmo - talvolta con intemperanze che non possono essere giustificate mai, ma forse in fondo comprese. E il dolore di queste persone non si compra". La requisitoria torna poi sui binari dei tecnicismi, sull'analisi delle perizie, sulla valutazione delle testimonianze tecniche e della mole enorme di documentazione normativa raccolta in due anni di processo e altri 3 di indagini preliminari. Il perno di tutta la tesi accusatoria si fonda sull'insufficienza a reggere l'urto del pullman precipitato dal viadotto Acqualonga dei sistemi di ancoraggio. Su cosa si sarebbe potuto fare e non si e' fatto per evitare che quella barriera cedesse e precipitasse assieme al bus da 30 metri di altezza. Tirafondi corrosi da una soluzione salina che si deposita in una sorta di sacca che si forma attorno al perno conficcato nel ponte.

Sul quel tratto neve e ghiaccio nei lunghi mesi invernali non mancano mai e la distribuzione del sale e' sempre costante e abbondante. La pendenza del tratto fa si' che il sale, tanto corrosivo, si infiltri sotto forma di soluzione, e si depositi fino a corrodere, sfaldare, sbriciolare i tirafondi, che dovrebbero tenere ben saldi i new jersey all'asfalto. Cosi' non fu per quell'incidente e i tecnici di Autostrade per l'Italia hanno sempre sostenuto che il fenomeno corrosivo era imprevedibile e abnorme, rispetto alle caratteristiche dei tiranti, progettati per durare ben oltre la vita delle barriere stesse. E il pm cerca di smontare questa teoria sostenendo che sia da testimonianze in aula, sia da documentazione di organismi di controllo e' emerso che il fenomeno corrosivo della bulloneria era ben conosciuto. Tornano quindi le parole "sciatteria", "negligenza", "omissione" per definire la politica aziendale di Aspi "che non pensa alla sicurezza, ma risponde alla logica del profitto", sottolinea Cantelmo. Nella sua lunga requisitoria Cantelmo, che ha chiesto in precedenza la trasmissione di alcuni atti del processo per aprire una nuova inchiesta, attribuisce dunque ai dirigenti di Autostrade una scelta precisa nel non inserire nel piano triennale specifici interventi di manutenzione sulle barriere. "Una scelta fatta in base a un generico criterio temporale. Se Aspi avesse semplicemente aderito al vincolo contrattuale - conclude - senza nessuna richiesta straordinaria, ma solo il compimento delle attivita' previste in concessione, tutto questo si sarebbe evitato". Nella prima fase della requisitoria, il pm Cecilia Annecchini aveva chiesto la condanna a 12 anni di reclusione per il principale imputato, Gennaro Lametta, titolare dell'agenzia che noleggio' il bus precipitato; 9 anni per Antonietta Ceriola, la funzionaria della Motorizzazione civile di Napoli che falsifico' la revisione del bus, e 6 anni e 6 mesi per Vittorio Saulino, l'ingegnere della Motorizzazione Civile che nei giorni immediatamente successivi all'incidente avrebbe "aggiustato" la documentazione falsa della revisione. (Rassegna stampa - Agi)

CONDIVIDI QUESTA NOTIZIA



I NOSTRI CANALI SU YOUTUBE







Pubblicità

--NOTIZIE CORRELATE

23/10/2018 - Duro colpo alle piazze di spaccio nella zona del “Buvero” di S. Antonio a Napoli, 6 arresti e sequestro di circa 1,4 chili di droga da parte delle Fiamme Gialle

23/10/2018 - Ariano Irpino (Avellino), sigilli della Guardia di finanza ad un asilo nido abusivo che esercitava senza alcuna autorizzazione

23/10/2018 - Sequestrata dalla Dia di Napoli a Castel Volturno (Caserta) un'azienda bufalina ad un imprenditore ritenuto vicino al clan dei Casalesi. L'uomo avrebbe gestito un giro di estorsioni

23/10/2018 - Banda del buco smantellata a Napoli dai carabinieri: 12 persone arrestate, 6 i colpi sventati. I malviventi aiutati da un dipendente comunale e da una guardia giurata

23/10/2018 - Quattro chili e mezzo tra eroina e cocaina nascosti nell'intercapedine di un'abitazione a Mondragone (Caserta) scoperta dai carabinieri, un arresto

22/10/2018 - Sequestrati dalla Guardia di finanza di Nola (Napoli) beni per oltre un 1.3mln di euro ad un imprenditore operante nel commercio auto

22/10/2018 - Prorogata fino alle 16 del 23 ottobre l'allerta meteo della Protezione Civile in Campania, si prevedono ancora precipitazioni e temporali di forte intensità

22/10/2018 - Maltempo a Capri: disagi in varie zone dell'isola, allagamenti a Marina Grande, crollato un muro a Caterola. Il video

22/10/2018 - Scoperta dalla Guardia di Finanza di Avellino truffa delle false compensazioni, sottratti all’erario oltre 3 milioni di euro

22/10/2018 - Maltempo, nubifragi e frane in Sicilia, scuole chiuse nell'Ennese

22/10/2018 - Fermato il buttafuori di una discoteca a Foggia per l'aggressione di un 18enne, il ragazzo sarebbe stato pestato per futili motivi

22/10/2018 - Bomba d'acqua su Capri, 100mm in poche ore. Si tratta di uno degli episodi più violenti avvenuto sull'isola

22/10/2018 - Arrestato dai carabinieri a Napoli il figlio del boss De Luca Bossa, il giovane 19enne lo scorso agosto rapinò un ciclomotore a Corso Garibaldi

22/10/2018 - Maxi sequestro di armi e droga dei carabinieri a Castello di Cisterna (Napoli), l'arsenale composto da mitraglietta, pistole e kalashnikov inviate al Racis per essere esaminate

22/10/2018 - Napoli, pregiudicato ritenuto affiliato al clan Vigilia attivo a Soccavo gambizzato nel Rione Traiano, il 36enne raggiunto da colpi di pistola da due uomini in scooter, indagini della polizia

22/10/2018 - Matrimoni fittizi per il permesso di soggiorno, blitz dei carabinieri a Cosenza, il provvedimento cautelare contro tre persone, altre sei indagate

22/10/2018 - Giugliano (Napoli), imprenditore suicida perchè soffocato dai debiti, arrestati dalla polizia due estorsori, uno di loro è un ex appartenenete alle forze dell'ordine ora in congedo

22/10/2018 - Nascondeva droga in una galleria ferroviaria della tratta Benevento-Napoli, 52enne arrestato dalla polizia. Durante una perquisizione nell'abitazione dell'uomo rinvenuto altro stupefacente

22/10/2018 - Prima neve in Abruzzo, a Ovindoli 25 cm, imbiancati tutti i comprensori sciistici regionali

22/10/2018 - Uccise la moglie a coltellate, condannato a 18 anni. Il delitto lo scorso ottobre nella abitazione della coppia ad Asti

22/10/2018 - 25enne travolge e uccide un pensionato, finisce ai domiciliari con l'accusa di omicidio stradale e omissione di soccorso. Il giovane era ubriaco alla guida

22/10/2018 - Khashoggi fatto a pezzi e trasportato fuori dalla Turchia in un borsone

22/10/2018 - METEO: nubifragi e tempeste di vento al Centrosud, nel weekend tocca a Nord e Toscana

22/10/2018 - Gallipoli, auto finisce fuori strada, muore lo chef Alessandro Nocco

22/10/2018 - Meningite, grave una bimba di nove anni ricoverata a Milano

22/10/2018 - Sono undici i morti per la tempesta tropicale "Vicente" in Messico

22/10/2018 - Eseguite dalla Guardia di finanza di Mondragone (Caserta) tre misure cautelari nell'ambito dell'operazione anticontrabbando denominata Smoke Palace II"
 
 
SEGUICI SU TWITTER


APPROFONDIMENTO SETTIMANALE

ERUZIONE, TERREMOTO E TSUNAMI IN CAMPANIA

<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
NOTIZIE DALL'ITALIA
1
1
 

 


 


Pubblicita'



<MMString:LoadString id="insertbar/image" />
ALTRE NOTIZIE
1
1

 


TCN - TeleCapriNews - Via Li Campi 19 - 80073 Capri (NA) - P. I. 04764940633